Libri, vino e svago

Books & Wine Store

La Poesia non deve chiedere scusa. Carmelo Pistillo ad Alghero

PistilloSabato 30 novembre alle 18:30 la Libreria Cyrano di Alghero ospiterà il reading poetico di Carmelo Pistillo , in occasione dell’uscita della sua raccolta LE DUE VERSIONI DEL CIELO.
Una performance sul significato della poesia e sulla figura del poeta.

Carmelo Pistillo vive e lavora a Milano.
I suoi versi sono raccolti in: La locanda della chiglia (Corpo 10, 1986, Premio Camaiore Proposte – Opera Prima), L’impalcatura (Corpo 10, 1992, nota critica di Tomaso Kemeny, Premio Speciale Guido Gozzano), Quaderno senza righe (Lieto Colle, 2008 – contenente Lettera a Carmelo di Milo De Angelis e I ponti, i cerchi (La Vita Felice, 2011, note critiche di Gabriela Fantato e Milo De Angelis), Le due versioni del cielo (La Vita Felice, 2013).
Per il teatro ha pubblicato Mabuse (Editoria&Spettacolo, 2009, Premio Alessandro Fersen).
Nel 2012 è uscito il suo primo libro in prosa: Ti dico che non ho sognato (Edizioni Bietti).
Dal sodalizio storico con Antonio Porta sono nati Penultimi sogni di secolo e Oratorio notturno, spettacoli teatrali sulla poesia italiana del Novecento e sul Romanticismo europeo.
Altri suoi testi teatrali, come Sosia in nero, Passione Van Gogh e Danzando Galileo, sono stati messi in scena con la sua regìa.
Per molti anni è stato direttore artistico di manifestazioni culturali e festival di musica, poesia e teatro, nonché critico teatrale e letterario.

Le due versioni del cielo sembra dunque indicare i due orizzonti guardati dal poeta, obbligato a oscillare non solo tra la vita e la morte, tra terra e cielo, ma tra due destini, quello vissuto e quello che non si lascia afferrare. Due dimensioni costitutive di una legge fisica, dove salire e scendere rispondono alla stessa urgenza e responsabilità, dove è ciò che non accade a determinare la “svolta” verso la vita, è il vuoto che forse chiede di essere colmato per non essere restituito alle sue vertigini.
[…] L’ultima opera di Carmelo Pistillo ci consegna la visione poetica di un «bivio sicuro», del confine e del mistero «che insieme tremano/ nelle bocche chiuse», dell’uomo «che risponde con l’invenzione/ dell’aereo in equilibrio/ in ogni direzione struggente», del «sabato delle mani/ che si prendono il cielo./ Un po’ più in alto,/ si scambiano le due versioni» come «aliti avversari nella stessa dizione» o «stelle erranti che parlano tra loro,/ e qualche volta brillano. è quello l’istante in cui la ferita si separa dal sangue.
Come ho già scritto altrove, Carmelo Pistillo può essere collocato in una posizione di primo piano tra i poeti italiani contemporanei; e quest’ultima, felice raccolta di versi, in cui l’autore avverte «che per farsi eterna la poesia/ deve dare il brivido della sua durata», ne è l’ulteriore prova.

dalla postfazione di Michele Miniello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 23, 2013 da in Uncategorized.

Archivio

+39 0799738303
Mattina: 9,00 - 13,00
Pomeriggio: Lun-Gio: 16:30pm - 20:30
Ven-Sab: 16:30 - 21:30

Seguici su Twitter

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: